• da Tonino, Via S. Antonio Abate snc, 86021 Bojano (CB)
  • +39 389 4326100

 

Provengo da una famiglia di ristoratori e pizzaioli. Mio nonno inizia nel lontano 1949 a Napoli dove in seguito insegna al figlio, mio padre, i segreti del mestiere. Il mio papà dopo aver gestito varie attività di famiglia si trasferisce a Bojano in provincia di Campobasso. Ed è qui che insegna a me e ai miei fratelli l’arte bianca, i trucchi imparati dal padre e trasferisce a noi tutta la sua esperienza.

 

  • Pizzaiolo già dall’età scolastica, in seguito mi sono specializzato come pizzaiolo acrobatico.
  • Ho partecipato a numerosi campionati di pizza nelle località di Salsomaggiore, Napoli, Salerno, Bari e Milano.
  • Nel 2002 fondo e dirigo come istruttore, “Scuola di pizzaiolo”, oggi “Professione Pizzaiolo”, un ente di formazione per aspiranti pizzaioli. Organizzo corsi professionali con attestato di partecipazione, corsi regionali con qualifica e corsi amatoriali per semplici appassionati.

 

  • Nel maggio 2016 a Napoli sul lungomare Caracciolo partecipo come organizzatore e pizzaiolo al guinnes world record della pizza più lunga del mondo di quasi 2 chilometri cotta a legna.
  • Nello stesso mese parto per la Cina per fare formazione e provare a vendere la mia pizza
  • Tra febbraio e marzo organizzo e partecipo come giudice di forno al “PizzaOne”, programma televisivo organizzato dall’associazione “Regina Margherita” di Napoli.
  • Nel giugno 2017 di quest’anno vado in Israele, a Tel Aviv, presso l’ambasciata italiana per festeggiare con la pizza napoletana la festa della repubblica dove ho partecipato anche il presidente israeliano Reuven Rivlin.

 

  • Nel settembre 2017 parto per l’Algeria dove formo insieme ad altri colleghi, circa 250 ragazzi algerini e per questo riceviamo un riconoscimento dal governo locale.
  • Da anni sono impegnato nel sociale e partecipo attivamente con la preparazione di migliaia di pizze per regalare un sorriso a chi è meno fortunato, ultime esperienze ad Amatrice, terra disastrata dal terremoto, e ai Giochi senza barriere per i diversamente abili che si sono svolti alla mostra d’oltremare di Napoli.

 

  • Sono promotore con la raccolta firme dell’iniziativa “Pizza, patrimonio dell’Unesco”.
  • Prossimo obbiettivo: organizzare in Uruguay il primo campionato di pizza sudamericano

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *